mercoledì, dicembre 20, 2006

La faccia della Morte ha caratteristiche inconfondibili, identiche su ogni angolo del Pianeta.
Il destino gioca brutti scherzi, nei momenti meno adatti, senza neanche avvisare.

Ho mal di testa.

Non che non si sappia che ci siano momenti del genere; almeno, ci si aspetta un "minimo preavviso", un buon motivo per iniziare a mettersi l'anima in pace.

Ho mal di testa.

Farsene una ragione diventa il modo più inutile con cui sprecare neuroni ed energie. Non potendo spegnere il cervello ed anima a comando, però, succede di cadere nel limbo dei "se" e dei "ma" con poche vie d'uscita.

Ho mal di testa.

Alla fine si finisce con il dire una serie di ovvietà galattiche, ma è l'unica cosa che ti rimane. Dodici ore non bastano ad assimilare; l'impressione, però, è che ci vorrà parecchio tempo.

Ho mal di testa.

Non ho fatto in tempo a realizzare la mia nuova situazione, le prospettive, i nuovi problemi da affrontare. Mi è piombata sulla testa una realtà di granito dal sapore ferroso di sangue.

Ho mal di testa.
E un senso di nausea per questa vita del cazzo.


Grazie Nonna. Per quello che hai fatto prima e quello che potrai fare ora. Per tutte le mele sbucciate, le parole storpiate, le cazziate fatte ridendo, le piccole sistemazioni ai vestiti, i pranzi e le cene, e tutto il resto. Spero almeno di averti dato una soddisfazione ieri.

Salutami gli altri.

5 Comments:

Anonymous Mimmo said...

SEI UN GRANDE

6:22 PM  
Anonymous Eva said...

"IRONIC " Alanis Morissette.
tvb..

6:44 PM  
Blogger Mario said...

Un abbraccio da lontano... per quello che può servire...

1:01 PM  
Anonymous Florinda said...

Ti sono vicina..

11:50 AM  
Anonymous Anonimo said...

"...amore degli occhi
che occhi avrai
quando d'affanno e d'incanto
fatto il giro del tempo
dopo aver corso e cercato tanto
ti risveglierai,
nuove cose e persone
danzeranno con te
i nuovi ritmi della vita,
sai già bene fin d'ora,
ma saprai meglio allora
che non è mai finita,
perchè non è mai finita
perchè se il rancore era un'altra vita
se era un altro uomo
più dolce è la malinconia
più breve l'inverno
e la notte
di più."

9:02 PM  

Posta un commento

<< Home